sandroflora

Chi sono?

E’ una domanda a cui cerco di rispondermi giorno per giorno.

Mi posso definire un viaggiatore, un ricercatore di possibilità che scopre se stesso sperimentando le potenzialità dell’essere. Posso cogliere ogni giorno qualcosa da ogni piccola esperienza per crescere e per migliorare la qualità della mia vita. L’allineamento è integrare il mondo materiale con quello spirituale.

Sono un introverso, mi contraddico continuamente, come la vita e la natura in costante cambiamento, e, come diceva Eraclito, un fiume che scorre non è mai lo stesso.

Amo sia la solitudine (parola che adoro, ma che viene percepita negativamente dalle masse) che la compagnia.

Da sempre ho una forte attrazione verso l’interiorità, da ragazzino già praticavo yoga e meditazione esplorando i sentieri dell’anima.

Gratitudine e Ho-oponopono sono le mie vie.

A 18 anni sono stato letteralmente folgorato da un libro di Osho “La bibbia di Rajneesh” esposto in un edicola alla stazione centrale di Milano, lo comprai, senza sapere realmente di che cosa si trattasse, pochi istanti prima di prendere il treno che mi avesse portato a Bolzano per il servizio militare. Lo divorai in poche ore e da allora capii che la vita valeva la pena di essere vissuta in modo totale, cercando di essere se stessi senza scendere mai a compromessi.

La cosa che mi è rimasta più impressa è di come la percezione della vita possa essere molto superficiale se si vive in modo inconsapevole e di come invece possa essere diversa, lucente e gioiosa se si va in profondità dentro se stessi scoprendo molte sfaccettature che di solito vengono ignorate. Da allora ringrazio di esistere e cerco di divulgare consapevolezza del Sè.

Sono consapevole di essere solo di passaggio su questo piano e che nulla è mio, è solo in prestito.

Aloha Namastè

Sandro Flora

Altri miei siti:

108grani.com

Tecniche di vendita e comunicazione


Seguimi sui social network